A CHI RIVOLGERSI SE LA BANCA NON CONCEDE UN PRESTITO

Inserito il 26 febbraio 2019

se-la-banca-non-concede-un-prestito

 

Hai bisogno di un finanziamento e la banca alla quale ti sei rivolto ha rifiutato la tua richiesta? Si tratta sicuramente di un’esperienza poco piacevole. È sempre utile, però, andare a fondo nelle motivazioni che determinano la mancata concessione del prestito.

Come mai la banca rifiuta la tua richiesta di prestito?

Possono essere diversi i motivi per cui la banca può decidere di non concedere il prestito.
Tra le motivazioni più frequenti ci sono i casi in cui il reddito o la situazione patrimoniale siano giudicati insufficienti  o quando il richiedente risulti iscritto negli elenchi delle centrali dei rischi. Altri casi di rifiuto potrebbero essere condizionati dalla presenza di altre richieste di finanziamento personale a differenti istituti di credito o finanziarie o se si abbia ricevuto un diniego nei 30 giorni precedenti.

Sembra un panorama sconfortante, ma non è il caso di abbatersi.
La buona notizia è che esiste una soluzione facile, rapida e conveniente per chi come te che ha bisogno di un prestito.

Quali alternative hai per le tue esigenze di prestito?

E quindi come ottenere il prestito adeguato alle tue necessità?

Se vuoi andare sul sicuro, ti consiglio di prendere in considerazione la cessione del quinto che, al contrario di quanto in molti credono, non è riservata solo ai pensionati, ma è aperta anche ai dipendenti sia pubblici che privati, ed è un modo per ottenere in modo semplice e rapido un prestito estremamente conveniente.

Come chiedere un prestito con la cessione del quinto

Come ti accennavo prima, la cessione del quinto è un tipo di prestito che viene concesso ai pensionati e ai dipendenti pubblici e privati ed è molto facile da ottenere, in quanto non necessita di particolari garanzie e si basa sullo stipendio o sulla pensione del richiedente.

Chiedere un prestito con la cessione del quinto ti permette di ottenere un finanziamento a tassi favorevoli; lo stipendio o la pensione vengono decurtati mensilmente di un quinto dal tuo datore di lavoro o dall’Inps. La somma concessa può variare in funzione di diversi fattori, con durata mai maggiore di 10 anni. La convenienza la puoi riscontrare nei tassi che sono tra i migliori presenti e nell’entità delle spese accessorie, sempre estremamente basse.

Speriamo con questo articolo di esserti stati utili nell’offrirti, con la cessione del quinto, una valida alternativa al classico prestito delle banche che, spesso, ha più alte probabilità di essere rifiutato.

Se hai ulteriori domande o vuoi maggiori informazioni per approfondire i termini e le condizioni per ottenere un prestito con la cessione del quinto dello stipendio, puoi contattarci.

Siamo sempre pronti, gratuitamente e senza impegno, ad aiutarti nella scelta del prestito che più fa al caso tuo

 

 

CONTATTACI

 

Dynamica Facebook

Categorie

Tag

Archivi