Dynamica Retail: cessionde del quinto e delega di pagamento

DOPPIO QUINTO DELLO STIPENDIO: COME RICHIEDERLO

Il doppio quinto permette di impegnare fino al 40% del proprio stipendio mensile netto, in modo da poter ottenere più liquidità per i propri progetti. Questo è possibile affiancando alla cessione del quinto dello stipendio la delega di pagamento, prestito con caratteristiche analoghe.

Doppio quinto: chi può richiederlo

Prima di scendere nel dettaglio è bene fare una precisazione: mentre la cessione del quinto può essere richiesta sia dai dipendenti che dai pensionati, la delega di pagamento è un prestito riservato alla sola categoria dei dipendenti, pubblici statali o privati, con contratto a tempo indeterminato. Anche la delega, proprio come la cessione, può essere richiesta da soggetti protestati, segnalati o con disguidi bancari alle spalle.

Doppio quinto: come funziona

Con la cessione del quinto è possibile ottenere un prestito che viene poi ripagato con una rata il cui ammontare massimo può essere pari ad un quinto dello stipendio al netto delle ritenute fiscali. Essendo la cifra ottenibile legata al proprio reddito mensile, molto spesso una cessione non è sufficiente a garantire la liquidità necessaria per realizzare i propri progetti. In questo caso è possibile ovviare con un doppio quinto, affiancando quindi alla cessione la delega di pagamento, prestito con caratteristiche simili, che permette quindi di impegnare fino al 40% dello stipendio mensile netto ottenendo liquidità aggiuntiva. La delega può essere richiesta contestualmente alla cessione oppure anche dopo averla contratta. Qualora la necessità di un doppio quinto insorga tempo dopo aver stipulato la cessione, è bene segnalare che non è necessario stipulare un prestito con delega con lo stesso ente finanziatore della cessione.

Doppio quinto: le caratteristiche

Una differenza molto importante tra cessione e delega è data dal fatto che, mentre la prima è un atto dovuto, quindi il datore di lavoro non può rifiutarsi di concederla al dipendente che ne fa richiesta, la delega è un atto facoltativo, quindi il datore di lavoro è libero di valutare se concederla o meno.

Proprio per questo la normativa prevede che tra l’amministrazione pubblica o statale e gli istituti di credito vengano stipulate apposite convenzioni che regolino le modalità di gestione di questo prestito.

Per il resto, le caratteristiche sono le stesse della cessione del quinto:

  • Durata da 24 a 120 mesi
  • Tasso fisso e rata costante
  • Copertura assicurativa obbligatoria per legge

La documentazione

I documenti necessari per richiedere un prestito con doppio quinto o delega di pagamento sono gli stessi previsti per la cessione:

  • un documento d’identità valido e riconosciuto, come il passaporto, la carta d’identità o la patente di guida
  • il codice fiscale
  • l’ultima busta paga
  • il certificato di stipendio

Una volta raccolti i documenti basta contattare la propria banca o finanziaria di fiducia per una richiesta di fattibilità. Se anche tu sei interessato o vuoi maggiori informazioni contattaci, avrai a tua disposizione gli specialisti della cessione del quinto di Dynamica Retail

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici