Dynamica Retail: cessionde del quinto e delega di pagamento

RINNOVO CESSIONE DEL QUINTO CON PIGNORAMENTO IN CORSO

I prestiti non sono l’unica ritenuta mensile che può gravare sulla busta paga o pensione, a questi possono infatti affiancarsi anche i pignoramenti. Proprio per questo abbiamo deciso di spiegarvi come è possibile effettuare un rinnovo cessione del quinto con pignoramento in corso.

Cessione del quinto: che cos’è

La cessione del quinto è un particolare tipo di prestito riservato ai dipendenti e ai pensionati, in cui la rata non può essere superiore ad un quinto dello stipendio e pensione mensili netti e viene trattenuta dal datore di lavoro o ente previdenziale, che provvede a versarla all’ente creditore fino all’estinzione del debito. La cessione del quinto può avere una durata che va dai 24 ai 120 mesi (quindi un massimo di 10 anni) ed è affiancata da polizze assicurative obbligatorie per legge, a copertura dei rischi impiego e vita.

La cessione del quinto è quindi una forma di trattenuta sullo stipendio volontaria, con la quale il soggetto debitore decide autonomamente di dare esecuzione al rimborso del debito contratto con la Banca o Istituto Finanziario che ha erogato il finanziamento. Alla cessione del quinto dello stipendio può essere affiancata anche la delega di pagamento, finanziamento dello stesso tipo che permette però di impegnare fino al 40% della retribuzione netta mensile. I prestiti con cessione del quinto o delega di pagamento possono essere rinnovati solamente dopo che sia trascorso il 40% del piano di rimborso, come previsto dalla legge italiana (DPR 5 gennaio 1950 n. 180). A questo fa eccezione il caso in cui si sia stipulata una cessione del quinto con durata uguale o inferiore a 60 mesi. In questo caso sarà possibile rinnovare la cessione del quinto a condizione che il nuovo contratto abbia una durata pari a 120 mesi e che colui che lo richiede non abbia mai stipulato contratti di cessione del quinto con durata pari a 120 mesi.

Pignoramento: cosa è

Il pignoramento è invece un atto con il quale si procede alla espropriazione forzata dei beni di un soggetto, nel caso in cui non sia riuscito a pagare i propri debiti. L’espropriazione può interessare anche lo stipendio e la pensione, che per legge possono essere pignorati fino ad un quinto del loro importo netto.

Mentre la cessione del quinto è una forma di ritenuta volontaria sulla retribuzione mensile, esercitata da una persona per ottenere un finanziamento, la trattenuta di un pignoramento è una trattenuta di tipo non volontario: un’azione coercitiva disposta da un giudice su richiesta del creditore atta a detrarre dalla retribuzione una somma di denaro contro la volontà del soggetto.

Rinnovo cessione del quinto con pignoramento in corso: i requisiti

La normativa italiana stabilisce dei requisiti ben precisi per il rinnovo cessione del quinto con pignoramento in corso.

E’ infatti previsto che, quando preesistano sequestri o pignoramenti, la cessione possa essere rinnovata ma solo a patto che la somma della nuova ritenuta mensile e del pignoramento non superi i due quinti dello stipendio o pensione mensili al netto delle ritenute fiscali, fermo restando i limiti del quinto dello stipendio o pensione per ciascuna delle due trattenute.

Volendo semplificare ancora di più, possiamo dire che la somma di quota ritenuta per cessione e pignoramento non può superare il 40% dello stipendio o pensione mensili netti, mentre ciascuna delle due quote non può essere superiore al 20%, sempre di stipendio e pensione mensili netti.

Le trattenute possono quindi coesistere ma devono rientrare in questi limiti specifici stabiliti dalla stessa legge italiana, all’articolo 68 del DPR 5 gennaio 1950 n. 180.

Se anche tu sei interessato a rinnovare la tua cessione del quinto e hai altre trattenute in corso contattaci, il nostro team di consulenti altamente professionalizzati nella cessione del quinto è pronto a studiare la migliore soluzione per le tue esigenze.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici

Hey Aspetta!

Scarica gratuitamente la nostra guida “Il Contratto in parole semplici”, per scoprire tutto quello che c’è da sapere prima di firmare un contratto di cessione del quinto dello stipendio o delegazione di pagamento.

Presa visione dell’informativa privacy presto il consenso al trattamento dei dati personali da parte di Dynamica Retail S.p.A. per l’invio di comunicazioni a carattere informativo e commerciale sui relativi servizi e prodotti, tramite e-mail fax, SMS, MMS, chiamate telefoniche automatizzate, messaggi su applicazioni web, messaggistica istantanea, chiamate telefoniche con operatore ed anche per posta cartacea.*

LASCIA QUI LA TUA EMAIL

Grazie!

Per aver richiesto la nostra guida
“IL CONTRATTO IN PAROLE SEMPLICI”

HAI BISOGNO DI MAGGIORI INFORMAZIONI?